FLAMENCO ORIENTALE

 

Una danza di contaminazione, di fusione, un incontro tra culture differenti, tra danze diverse ma sorelle.

Una fusione moderna, che affonda però le sue radici nella storia della Spagna arabo-andalusa. Si risale al 711 d. C., periodo di occupazione degli arabi nella Spagna Meridionale, quando la regione venne chiamata Al Andalus. Un'occupazione che è stata esempio di dialogo tra civiltà, tolleranza, scambio e convivenza tra culture musulmane, ebraica, cristiana e gitana.

Nell'esperienza di Sabrina Albano, danzatrice orientale da molti anni, che inizia il suo percorso nello studio del Flamenco qualche anno fa, è quasi spontaneo approdare a questa evoluzione: ritmi e movimenti del flamenco richiamavano quelli della Danza Orientale e seppur diverse nello stile, le due tradizioni apparivano popolari nel temperamento mediterraneo; nate per celebrare e per stare insieme.

I paesi da cui provengono sono lontani, affacciati sul Mediterraneo, da cui il Flamenco Orientale assorbe la tipica spontaneità e lo spirito appassionato. L'intensità e la morbidezza dei movimenti della Danza Orientale (Danza del ventre) si sposano con la passione, il calore e la ricchezza di linguaggio del flamenco.

Con lo spirito della Danza Duende, il Flamenco Orientale porta alla scoperta di gesti autentici con libertà e gioia, in una danza che attinge alle tradizioni, ma che scopre nuove forme. Un viaggio gitano, tenendo vive le origini.

Il fuoco arde: esclamazioni, accenti e musica, decisione e dolcezza, gonne ampie che si riempiono di vento e battiti di mani e piedi al suolo, il ritmo delle terra, il ritmo del cuore!

E' un territorio di scoperta per chi già pratica Danza Orientale o altri tipi di Danze o per chi muove i suoi primi passi nella Danza e nel movimento.
Tutte insieme celebriamo una festa ogni settimana!

Un po' di video:

clicca qui e vedi il video della coreografia presentata dalle allieve di Sabrina allo spettacolo di fine anno 2017 "Quadrivium"  

 

clicca qui e vedi la coreografia dello spettacolo di fine anno 2016 "Tridimensioni" danzata con il ventaglio 

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DELLA COREOGRAFIA DI FLAMENCO ORIENTALE DI SABRINA ALBANO DANZATA DALLE SUE ALLIEVE DURANTE  LO SPETTACOLO DI FINE ANNO 2014 "QUELLI DI... ARIES"

 

FLAMENCO ORIENTALE CON VENTAGLIO

II ventaglio è un accessorio molto comune nella vita spagnola di tutti i giorni, in Andalusia soprattutto. E' un complemento elegante e non è mai di troppo. II ventaglio si usa in tutte le occasioni, di legno e pizzo a teatro, dipinto a fiori per le feste e le cerimonie, in chiesa nelle funzioni religiose, completamente nero ai funerali, in tinta unita per la danza. II ventaglio si maneggia continuamente, aiuta a valorizzare il viso delle donne, aiuta anche a dare un certo tono alle signore timide e posto davanti al viso rende riservata una chiacchierata proteggendo anche il labiale. II linguaggio che cela il ventaglio è semplice e molteplice. Chiuso è segno di tranquillità e voglia di rimanere da sole, se si batte il ventaglio su una mano è chiaro che si è impazienti od estremamente, ostentatamente annoiate.

Con il ventaglio chiuso è permesso salutare accostandolo al petto per un saluto intimo ed affettuoso o alla fronte come un saluto da torero. II ventaglio aperto che si muove piano, piano davanti al petto significa che si è disponibili alla conversazione, che si ha tempo a disposizione e non c'é fretta, ma se è sventolato davanti al viso muovendo perfino i capelli... aspettatevi di tutto perchè c'e in arrivo una burrasca. C'è modo e modo di chiudere e aprire il ventaglio; lentamente aiutandosi con I'altra mano è un movimento molto seducente o di scatto con un gesto secco del polso che non lascia replica.

Non si lascia in giro il ventaglio quando si usa per una festa o una cerimonia o quando si balla, si chiude e s'infila nella scollatura, è un oggetto molto personale.

Rivisitiamo l’utilizzo di questo accessorio frivolo e tradizionale nella contaminazione tra flamenco e danza orientale, per creare una serie di sequenze studiate sulle linee che il ventaglio crea nello spazio, sia aperto che chiuso, il rapporto con chi lo indossa e i movimenti che suggerisce.

 

 

 

 

CORSI DA SETTEMBRE 2018 

martedì

ore 19.00-20.00 

INSEGNANTE

Sabrina Albano

 

Via Vallazze 105, Milano (MM2 Lambrate)
Tel.: 02.87.06.33.26, Cell.: 342.01.75.218
Sito sviluppato da Boken con il sistema BokenWEB, per info su quello che Boken può offrirti, scrivici a info@bokenize.net